Report da EcoFuturo, il festival sull’unico futuro possibile, ad Alcatraz

Attirati dall’occasione di assistere a qualche conferenza e workshop a EcoFuturo, venerdì e sabato 1 e 2 agosto siamo andati nella Libera Università di Alcatraz, nei dintorni di Gubbio. Il festival riguardava “ecotecnologie e autocostruzione”, e si è tenuto dal 26 luglio al 2 agosto.

ecofuturo

Chi non ha potuto esserci ed è interessato a riascoltare in differita le conferenze, le trova in video a questa pagina: Video da EcoFuturo.

Noi siamo arrivati con la nostra tenda e ci siamo piazzati comodamente nel boschetto sopra gli spazi espositivi. Quando abbiamo iniziato a vagare per gli stand, tendoni e sale dedicati alle conferenze abbiamo notato l’esigua presenza di pubblico, l’esatto opposto del raduno degli ecovillaggi italiani che invece era gremito (di R.I.V.E. abbiamo parlato in questo articolo).
Continua la lettura di Report da EcoFuturo, il festival sull’unico futuro possibile, ad Alcatraz

Sotto la pelle

I motivi per leggere un romanzo possono essere perfettamente indefiniti. Quando si sceglie di rileggerlo, invece, c’è sempre un motivo facile da raccontare. La ragione che mi ha condotto alla rilettura di “Sotto la pelle”, a distanza di alcuni anni, è quindi nettissima: volevo sentire di nuovo cosa si prova a essere un vodsel.

Sembra una parola strana e difficile da pronunciare, ma chi legge questo libro di Michel Faber fa fatica a dimenticarla. Non è un termine che nasconde un segreto particolare, vodsel siamo tutti noi esseri umani nel vocabolario di una popolazione che è arrivata sulla Terra da un altro pianeta e che ci trova maledettamente buoni da mangiare.

Non si può nemmeno dire che questi extraterrestri siano cattivi con noi: in fondo ci trattano esattamente come noi vodsel trattiamo gli animali di cui decidiamo di nutrirci.
Continua la lettura di Sotto la pelle

Primo ecofestival all’ecovillaggio E.V.A. di Pescomaggiore (AQ)

Sabato 23 agosto siamo andati a curiosare al primo eco festival organizzato presso E.V.A., l’Eco Villaggio Autocostruito di Pescomaggiore, vicino a L’Aquila.
Era l’ultima tappa del nostro girovagare estivo che ha toccato la Comune di Bagnaia per il raduno nazionale R.I.V.E. (Ancaiano, Siena), la Libera Università di Alcatraz per la prima edizione di EcoFuturo, il festival delle ecotecnologie e dell’autocostruzione (Santa Cristina, Gubbio), la Fattoria dell’Autosufficienza di Macrolibrarsi (Bagno di Romagna, Cesena) e il Borgo di Laturo (Valle Castellana, Teramo).

E.V.A., l'ecovillaggio autocostruito di Pescomaggiore, L'Aquila
E.V.A., l’ecovillaggio autocostruito di Pescomaggiore, L’Aquila

A EVA arriviamo in una bella giornata di sole, accolti con simpatia dalle persone che lì vivono e dai volontari che offrono il loro aiuto al progetto. Dopo avere gironzolato un po’, ammirando soprattutto la bellezza naturalistica e gli aspri e affascinanti panorami dell’Abruzzo, diamo una mano ad affettare le verdure destinate alla caponata serale. Sedersi intorno a un tavolo è un primo modo per scambiare quattro parole e cominciare a capire qualcosa di questo luogo. La chiacchierata continua poco dopo, durante la visita guidata prevista dal programma del festival.
Continua la lettura di Primo ecofestival all’ecovillaggio E.V.A. di Pescomaggiore (AQ)

RIVE 2014: ecco i nuovi ecovillaggi, tra sogno e realtà

Di ritorno dal raduno degli ecovillaggi italiani organizzato da RIVE vi raccontiamo i nuovi progetti di abitazione sociale ed ecologica lì presentati e vi raccontiamo un po’ la loro “madrina”, la presidente della Rete italiani villaggi ecologici, Francesca Guidotti

Ogni anno RIVE (rete italiana villaggi ecologici) organizza un raduno per la presentazione di nuove esperienze di abitare sostenibile e l’incontro di queste con realtà invece già avviate da anni, magari in cerca di nuova linfa.
Per il suo diciottesimo compleanno, quest’anno, c’eravamo anche noi per presentare un progetto in cui crediamo molto, il primo progetto di ecoborgo rurale della Cooperativa 24G.
Continua la lettura di RIVE 2014: ecco i nuovi ecovillaggi, tra sogno e realtà

Lettura + Ascolto

Come migliorare l’apprendimento linguistico, emotivo ed empatico con gli audiolibri

Cosa accade nel nostro cervello quando ci immergiamo nella lettura solitaria di un libro? E che diversa percezione ne abbiamo quando ascoltiamo qualcuno che lo legge a voce alta?

A entrambe le domande risponde questo manuale, che si spinge oltre e indaga i vantaggi di fare le due cose in simultanea (grazie anche ai nuovi strumenti che la lettura digitale ci mette a disposizione), ricavandone un vero e proprio metodo. Sotto osservazione finiscono i processi cerebrali e cognitivi che si attivano potenziando la nostra capacità di comprensione e memorizzazione.
Continua la lettura di Lettura + Ascolto

Città senza macchine private: immaginate Roma

Nel Comune di Helsinki, capitale finlandese, si prospetta un futuro senza macchine private. E anche ad Amburgo…

Come? Facile. In buona sostanza mettendo a sistema quello che già c’è. E quello che verrà. Non solo la rete locale di trasporto pubblico ma anche i servizi di carpooling e carsharing, i taxi, i parcheggi, i tram, le reti di bike sharing, la metropolitana, i treni di superficie, i traghetti e anche, appunto, i tanto bersagliati meccanismi alla Uber. Tutto in un’unica piattaforma che ti confezioni su misura il trasferimento perfetto per quel giorno specifico e tenendo conto delle condizioni del traffico…

fonte: Wired

Villaggio e autonomia

La nonviolenza come potere del popolo

Questo libro di Gandhi è, tra i suoi scritti “politici”, il più adatto a rappresentare un modello di ispirazione per la nostra voglia di ricostruire comunità, ecovillaggi, eco-condomini e cohousing.

Gandhi sognava l’India del futuro come un Paese suddiviso in piccoli centri, ognuno autonomo da un punto di vista alimentare, sanitario, educativo ed energetico…

E-CO-abitare va proprio in questa direzione, promuovendo la costruzione di borghi agricoli, il più possibile autosufficienti, che potranno in seguito confederarsi e unire le forze per riuscire a realizzare quello che non possono fare da soli.

In questo modo si decentra il potere e si mantiene un rapporto di conoscenza diretta tra le persone e tra coloro che gestiscono i beni comuni.

Villaggio e Autonomia
La nonviolenza come potere del popolo

Acquistando questo o altri prodotti passando dai link del libro o da questo generico, Macrolibrarsi riconosce alla nostra onlus una piccola quota, che ci aiuta a ripagare le spese vive del sito.

Diventa parte della Biblioteca della Sostenibilità, segnalandoci i libri (sia narrativa che saggistica) che hanno, nei fatti, saputo cambiare il tuo modo di agire.

Tutte le “recensioni sostenibili”

L’università di Roma Tre vince con RhOME for denCity

L’Università Roma Tre conquista il primo posto al Solar Decathlon, la competizione internazionale promossa dal Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti, con il progetto RhOME for denCity, pensato per il recupero di un quartiere della periferia romana, ma replicabile:

RhOME si concentra su nuovi concetti di sostenibilità ambientale per ottimizzare le risorse climatiche e i materiali locali.
Ad esempio, uno dei principali problemi tipici del clima di Roma è rappresentato dal caldo estivo. Così si è scelto di ricorrere a una serie di strategie passive come:

● morfologia strategica della casa;
● progettazione dell’involucro edilizio;
● ombreggiamento estivo attraverso le logge;
● inerzia termica garantita da masse termiche naturali;
● ventilazione naturale ottenuta tramite aperture posizionate strategicamente per innescare una ventilazione incrociata.

La sostenibilità del progetto in tutti i suoi dettagli è ben raccontato nel sito di RhOME for denCity.

E-CO-abitare sostiene la Carta di Bologna per la sostenibilità e la salute

L’attuale modello di sviluppo, fondato su una crescita illimitata e indiscriminata dell’economia, senza attenzione all’equa redistribuzione della ricchezza e ai diritti delle persone, non è sostenibile dal punto di vista economico, sociale e ambientale, ma soprattutto non è in grado di assicurare la piena tutela della salute delle generazioni presenti e future.

Questa la premessa della Carta di Bologna per la sostenibilità e la salute che E-CO-abitare onlus sostiene e promuove  con la Rete Sostenibilità e Salute, condividendo quanto segue:
Continua la lettura di E-CO-abitare sostiene la Carta di Bologna per la sostenibilità e la salute

La Commissione Europea promuove l’economia “circolare”

Pochi giorni fa la Commissione dell’Unione europea ha approvato una serie di misure per aumentare il tasso di riciclo negli Stati membri e facilitare la transizione verso “un’economia circolare”: un modello che pone al centro la sostenibilità del sistema, in cui non ci sono prodotti di scarto e in cui le materie vengono costantemente riutilizzate. Si tratta di un sistema opposto a quello definito “lineare”, che parte dalla materia e arriva al rifiuto.

Fonte: Il Post

Onlus che si mette a disposizione dei tuoi progetti di abitare cooperativo e sostenibile