Comunicare in modo etico

Un manuale per costruire relazioni efficaci

Comunicare: un verbo che decliniamo tutti, che riguarda le nostre azioni sempre, in ogni momento della vita e in ogni contesto; e che può lasciarci delusi, incapaci di escogitare rimedi quando il risultato non è quello sperato.

Il libro di Maria Teresa Giannelli prova a riavvolgere il nastro, ci fornisce una sorta di  libretto di istruzioni di cui troppi tra noi non sospettano l’esistenza. E se non sarà possibile sfuggire ad un quotidiano sovraffollato di comunicazione e dei tantissimi modi di intesserla ora che il web ha messo radici nelle nostre abitudini, almeno avremo l’occasione di sfilare la testa dalla sabbia e diventare consapevoli dei delicati meccanismi che gestiamo con leggerezza.
Continua la lettura di Comunicare in modo etico

La Rivoluzione del Filo di Paglia

Bisogna entrare in contatto con il “genius loci” di ogni territorio prima di poterne esprimere al massimo, in modo naturale, il potenziale produttivo in agricoltura.

Un vecchio contadino giapponese, oltre cinquant’anni fa, dimostrò che in modo naturale si poteva produrre senza trattori, senza concimi e senza pesticidi chimici la stessa quantità  (o addirittura superiore) di cereali per ettaro dell’agricoltura intensiva e industriale.

La rivoluzione del filo di paglia non è soltanto il racconto di un’esperienza pratica e della storia dell’autore, ma più di tutto il racconto di un cambio di prospettiva, in grado di cambiare la vita a tante persone.
Permette di guardare alle piante e alla natura in modo diverso, non come qualcosa da “addomesticare”, ma come qualcosa di perfetto in sé che dà il massimo dei frutti quando l’uomo interviene al minimo.
Continua la lettura di La Rivoluzione del Filo di Paglia

Liberi di imparare

Le esperienze di scuola non autoritaria in Italia e all’estero raccontate dai protagonisti

Che sorpresa: la scuola dell’obbligo non è obbligatoria.

“A scuola il bambino si adatta all’idea che la paura sia uno stato d’animo normale e che l’intera vita debba essere vissuta nel timore della disapprovazione, del castigo, dell’esclusione.”

Per rimediare non è troppo tardi, rielaborare il proprio excursus scolastico alla luce di una nuova consapevolezza può costituire una liberazione e un nuovo punto di partenza per voi e più di tutti per i vostri figli, se siete o volete diventare genitori.

Immaginate una scuola in cui si può decidere quali materie studiare e quali insegnanti avere. Che non obbliga a stare seduti per lunghi anni e che non cerca di risolvere con un voto la questione se siate o meno competenti.
Continua la lettura di Liberi di imparare

Onlus che si mette a disposizione dei tuoi progetti di abitare cooperativo e sostenibile